UNA SCRITTURA SEMPRE IN CAMMINO

Intervista a Luigia Sorrentino

A cura di Floriana Porta




1) Quali punti di fuga e di profondità "corrono" e convergono nel centro della tua scrittura?

Al centro della mia scrittura c’è sempre stato il vivente. La mia scrittura è sempre in cammino verso questo centro nel quale c’è qualcosa di prezioso che deve essere messo in luce. 


2) La poesia è un dialogo fecondo fra l'invisibile e il manifesto, fra il singolo e la stirpe?

La poesia unifica forze che sono in divergenza fra loro. Quindi la voce della poesia dialoga con l’invisibile, ma anche con il reale, con ciò che si manifesta e che si rivela nel suo nucleo più intimo. 


3) Qual'è il peggior nemico della poesia?

L’indifferenza. È qualcosa di terribile l’indifferenza, perché rende impossibile l’incontro fragilissimo con l’arte, con l’inquietudine che arriva dalla lingua della poesia. L’indifferenza è una pietra immobile nel cuore del mondo, è il rifiuto dello sguardo, del pensiero e del dialogo.




LUIGIA SORRENTINO

Luigia Sorrentino è nata a Napoli. È giornalista professionista e lavora alla Rai. Ha ideato programmi culturali per la televisione italiana e ha realizzato numerose interviste televisive con i premi Nobel Orhan Pamuk, Derek Walcott e Seamus Heaney. Ha intervistato, fra gli altri, il grande poeta francese Yves Bonnefoy, i polacchi Adam Zagajevski, Ewa Lipska, Julia Hartwig e il premio Pulitzer Mark Strand.
Per Rai Radio Uno ha ideato e condotto Notti d’autore. Viaggio nella vita e nelle opere dei protagonisti del nostro tempo (gennaio-giugno 2013). Sempre per Rai Radio Uno ha ideato e condotto Per il verso giusto. Incontri con i poeti contemporanei (giugno-settembre 2012).

Ha ideato e fondato nel 2007 il primo blog della Rai dedicato alla poesia (http://www.luigiasorrentino.it). Attualmente cura e dirige il suo  progetto per la piattaforma web della Tgr Campania sul sito di RaiNews.it dal titolo “Raipoesia2022” – Sguardo sulla poesia contemporanea – che ha già visto la partecipazione di numerose voci della poesia italiana. (http://www.rainews.it/tgr/campania).


Pubblicazioni di poesia in Italia

C’è un padre (Manni, 2003), raccolta di poesie giovanili;
La cattedrale (il Ragazzo innocuo, 2008);
L’asse del cuore («Almanacco dello specchio» Mondadori, 2008);
La nascita, solo la nascita (Manni, 2009, prefazione di Maurizio Cucchi);
Olimpia (interlinea, 2013-2019, prefazione di Milo de Angelis, postfazione Mario Benedetti), (Premio Gensini Poesia 2013, Premio Prata – la Cultura nella Basilica – 2014; finalista Premio Cetonaverde Poesia, Premio Pontedilegno Poesia, Premio Letterario Camaiore e Premio Letterario Metauro);
Inizio e Fine (I Quaderni della Collana Stampa2009, 2016, a cura di Maurizio Cucchi, (Menzione speciale Premio Internazionale Camaiore “Francesco Belluomini” 2017);
Piazzale senza nome, Collana Gialla Oro Pordenonelegge-Samuele Editore, 2021 (Premio Poesia Ceppo Pistoia, 2023).

Il suo racconto “Storia di Nunzia” è stato pubblicato nell’antologia “La terra inesplorata delle donne” a cura di Sara Durantini che ha coinvolto tredici scrittrici contemporanee (Dalia Edizioni, 2023).

Le sue raccolte di versi sono state tradotte in numerose lingue e pubblicate all’estero. 

Ha curato con Alberto Garlini e Gian Mario Villalta il volume Per Mario Benedetti, (Mimesis, 2021).

Per il Teatro ha scritto e pubblicato il dramma Olimpia, tragedia del passaggio (2020), una produzione del Napoli Teatro Festival Italia diretto da Ruggero Cappuccio messo in scena nel Palazzo Reale di Napoli il 16 luglio 2020.


Post popolari in questo blog

UN INCANTO PRIMORDIALE

LA PAROLA POETICA È UN PONTE TRA NOI STESSI E IL MONDO ESTERNO